Il ritorno di Ulisse in patria

Reate Festival

Settembre-Ottobre 2018
Teatro di Villa Torlonia, Roma
Teatro Flavio Vespasiano, Rieti
Alessandro Quarta, direzione
Cesare Scarton, regia

Amadeus
Dicembre 2018
“Bravissima Lucia Napoli nei palpitanti chiaroscuri dell’animo di Penelope”
Francesco Arturo Saponaro

Il Giornale della Musica
Ottobre 2018
“Ma basta la scena d’entrata di Penelope per rendersi conto di quanto impegno richieda dar vita a una figura così complessa: in questo lamento il personaggio deve mantenere la sua regalità ma allo stesso tempo esprimere il dolore, l’amore per Ulisse ma anche una sorta di risentimento per la sua lontananza, l’alternanza di speranza e disperazione. Lucia Napoli sa dosare nel modo giusto questi aspetti, sia con la voce che con la recitazione, aiutata dalla figura nobile e malinconica e dalla voce ombrosa di mezzosoprano”
Mauro Mariani

“… convincente e scenicamente efficace, lascia poi il posto alla voce dolce e pulita di Penelope.
Lucia Napoli interpreta magnificamente il nobile sussiego del personaggio attraverso il suo lamento “Di misera Regina”, declamato su un letto di pietra che pare più una lapide sepolcrale”

Matteo Macinanti

“Lucia Napoli è dotata di una voce morbida, nel difficile ruolo di Penelope ne ha interpretato la nobiltà nel dolore, nei timori e nei dubbi con sensibile espressività e duttilità musicale. Insieme i due protagonisti hanno ben interpretato il crepuscolare e incantevole duetto che chiude l’opera.”
Daniela Puggioni

“Un brano che Lucia Napoli ha interpretato in modo eccelso, da brividi. È il momento che più amo dell’opera e Lucia Napoli con la sua stupenda voce di mezzo è riuscita a renderne tutta la sospesa tragicità, tutta l’angoscia della regina dolente ma risoluta.”
Isabella Chiappara